Convenzione IRFIS

Misura Straordinaria di Liquidità Regione Siciliana

Convenzione IRFIS

Vuoi maggiori informazioni sulla Misura?

Contributo a fondo perduto

Sostegno alle imprese

Ordine cronologico

Che cos'è?

Per facilitare l'accesso al credito delle aziende siciliane danneggiate dalla crisi economica causata dall'emergenza Covid-19, la Regione Siciliana, destinando 30 milioni di euro, ha approvato una misura agevolativa straordinaria a valere sul Fondo Sicilia ex articolo 2 della legge regionale n. 1 del 22 febbraio 2019 in favore delle imprese ubicate sul territorio regionale e danneggiate dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. Lo strumento prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a fronte dell’erogazione di un finanziamento bancario chirografario della durata minima di 18 mesi (con preammortamento almeno di 6 mesi) e di importo non superiore a 100.00,00 euro. La gestione della misura è affidata a IRFIS FinSicilia Spa.

La Banca ha aderito alla convenzione con IRFIS FinSicilia Spa per l'erogazione del contributo a fondo perduto in favore delle imprese con sede in Sicilia alle quali viene erogato un finanziamento chirografario.

 

A quanto ammonta il contributo?

Il contributo sarà pari al 5% dell'importo del finanziamento erogato, con tetto massimo di € 5.000,00 ovvero, in presenza di un preammortamento del Finanziamento bancario non inferiore a 12 mesi, in misura pari all’8,00% dell’importo del Finanziamento stesso, e quindi in tal caso sino ad un massimo di € 8.000,00.

Per le attività connesse alla gestione della Misura é riconosciuto all'IRFIS un compenso una tantum pari allo 0,50% dell'importo del finanziamento, trattenuto dall’IRFIS all’atto dell’erogazione di un contributo

 

Come richiedere il contributo?

Le richieste vanno presentate, contestualmente alla richiesta di finanziamento, tramite la sottoscrizione del modulo di domanda che il nostro personale metterà a disposizione presso i locali della Banca.

Le domande vengono trasmesse dalla Banca all’IRFIS che ne cura l’evasione nel rispetto dell’ordine cronologico con procedura a sportello e sino ad esaurimento delle risorse.